Il diavolo e l’acqua santa : racconto di un week-end a Roma per i Rolling Stones

La capitale. É inutile Roma mi é proprio entrata nel cuore, ho cominciato a sentirmi meglio a sole poche ore dall’arrivo.
Arrivarci poi con Italo in 3 ore é il top, non te ne accorgi neanche. Arrivi fresco, riposato, metti piede a terra e la gente é già più gentile. In metro in un nano secondo mi hanno ceduto il posto a sedere.
Ora, sto bene a Milano e non voglio fare la “lamentina” di turno, ma gli atteggiamenti sono più rilassati e cordiali. Vivo a Milano da 33 anni e sono ‘imbruttita’ anche io, soprattutto sul lavoro e nella guida e invidio la pacatezza di questa città, piuttosto che di tutti gli altri posti dove non vivi in lotta contro il tempo.
C’è più cordialità, più sorrisi. E non penso che sia legato al turismo in quanto di turismo ce n’è anche a Milano, ma le persone sorridenti sono davvero poche. A Milano non abbiamo tempo per sorridere e questo è un dato di fatto!

Ma non voglio dilungarmi oltre su questo argomento rischiando di attirarmi l’ira funesta degli imbruttiti, passiamo al vero motivo del mio week-end romano : i Rolling Stones!
Sono ancora un concentrato di adrenalina ambulante, nelle mie orecchiementre scrivo risuona ancora Honky Tonk Women, nei miei occhi c’e’ ancora la sagoma sinuosa di Mick che balla e canta divinamente.
Per non parlare poi dei suoi soci! Keith e’ la chitarra rock per eccellenza, scarno, cazzuto, 2 note fatte bene e nel punto giusto, una delle mie fonti di ispirazione. Ron, scatenatissimo e perfettamente in sintonia con Keith come se fossero, per dirla alla romana, cacio e pepe. Charlie col suo modo unico di suonare la batteria… E poi Mick Taylor grande ospite su 2 canzoni (solo purtroppo…), su Midnite Rambler ha sparato un solo blues della madonna.
Io e Pinino eravamo entusiasti, abbiamo saltato, ballato, urlato, cantato, scalciato, fatto le capriole. L’ho sentito che passava da cefalico a podalico e viceversa 😉 … insomma ci siamo proprio divertiti!

Molti si sono lamentati dell’organizzazione, io invece vorrei spezzare una lancia a favore invece dell’attenzione che ho ricevuto in quanto panciona.
Con biglietto normalissimo sono stata portata nell’area vip, con mio marito come accompagnatore, mi e’ stata data una sedia, mi e’ stato dato da mangiare e da bere. Non aggiungo altro. Capite perché sono così positivamente colpita dal riguardo che c’e’ nei confronti di chi sta portando una vita dentro se.

Detto questo vi lascio con una bella galleria fotografica e torno a sognare uno dei miei gruppi preferiti in assoluto.

Dimenticavo!!! La mattina sono stata a vedere l’Angelus di Papa Francesco. TOP! Un uomo in grado di commuovere davvero. Ora capirete meglio il titolo ‘Il diavolo e l’acqua santa’

FL

 

Annunci

3 pensieri su “Il diavolo e l’acqua santa : racconto di un week-end a Roma per i Rolling Stones

  1. Bellissimo questo tuo blog! Sono felice che la mia Roma ti abbia accolto nella giusta maniera…ed i dovuti riguardi!!! Il Concerto…..MERAVIGLIOSO lo sapevo che sarebbe stato cosi!!! Purtroppo non ci siamo potuti andare…..le nanette (23 mesi e 6 anni) ….,,non amano….gli STONEEEE!:D
    Belle anche le foto…

    • Grazie!!! Esperienza meravigliosa in una cornice splendida 🙂
      Mi trasferirei a Roma anche domani se fosse possibile XD
      Chissà se il mio bimbo apprezzerà in futuro…speriamo 🙂

  2. È vero, di Roma ti innamori in tre secondi. Le persone sono più sorridenti che a Milano. Io ci ho messo tre secondi per innamorarmi e sedici anni per disinnamorarmi, ma è successo. Sono contenta per te che sia stata una bella esperienza, perché c’è l’ho sempre nel cuore… Ma la quotidianità posso assicurarti che è molto lontana dal weekend, quando devi cambiare tre mezzi per andare a lavoro e fanno finta di non vedere il tuo pancione, nella migliore delle ipotesi, ahimè, perché nelle ore di punta capace che ci rimedi anche qualche bella spinta… Non è ne’ pancia ne’ tantomeno baby friendly. Ma se hai la fortuna di godertela nell’età giusta, e’ sicuramente molto molto divertente!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...