Top of the Post #8 – 28 luglio

20140714-235532-86132057.jpg

Mentre fuori dalla finestra rimbomba l’orchestra di liscio della Sagra delle Sagre (che andrà avanti fino al 3 agosto … aiutoooo!!!) è giunta l’ora del Top of the Post!

Questa settimana i premiati sono:

– L’amicizia, mio figlio & I di Mammaorachefaccio : viene affrontato il tema delle amicizie che toccheranno ai nostri figli, di come speriamo che non sbaglino frequentazioni, che non si imbattano in bulli, che non litighino, che non prendano delusioni…si insomma che non passino tutto quello che abbiamo passato noi. Inevitabile direi, ma uno ci spera. Quando ho saputo che la mia Luna in realtà era Dennis alla morfologica non nascono che questo è stato uno dei miei primi pensieri! Sono tra l’altro molto d’accordo sul fatto di ”tagliare i rami secchi” per circondare i nostri figli solo di amici veri e dar loro il migliore esempio possibile. Io personalmente ho iniziato a potare da un paio d’anni e con moooolta soddisfazione.

– Il Giardino dei Tarocchi :  2 mondi, Mamma è Papà di Peekaboo Travel Baby : aspettavo intrepida questo post per poter riviaggiare con la mente in questo giardino magico dove sono stata con mio marito l’anno scorso, durante la mia ultima e inconsapevole vacanza da ‘coppietta’ e ho adorato il doppio punto di vista mamma/babbo. Tra l’altro è un posto che davvero merita, sembra di entrare in un mondo fatato parallelo, come ha suggerito Lucrezina bisognerebbe riunire tutte le nostre sensazioni in un mega post :). Inutile dire che non vedo l’ora di portarci il mio Pinino ❤

 – L’insostenibile pesantezza  dell’essere di 50 sfumature di mamma : una riflessione sulle crisi economico/familiari che colpiscono sempre più famiglie ultimamente. Ogni tanto si sclera e ci vuole uno sfogo. Come questo post, con cui concordo pienamente. Si tira sempre la cinghia, io ringrazio il Signore di avere un impiego, ma al terzo mese dovrò rientrare al lavoro e di corsa altrimenti chi paga il mutuo? I pannolini? Tutto il resto? E mi troverò costretta a passare poco tempo con mio figlio, ma no posso fare altrimenti. A volte ci si incazza parecchio pensando a questo. Tutta la mia solidarietà.

Dai dai le istruzioni per partecipare alla rubrica di Koko di Ordinata Mente ormai le conoscete, ma per i pigri le trovate sempre qui.

Alla prossima!

FL

Come si cambia…

È solo una piccola considerazione, ma questa creturina che ho in grembo mi sta davvero cambiando. Totalmente.
Oggi in spiaggia è passato un bimbino di 7 anni al massimo costretto a vendere calamite sotto il sole cocente. Voleva vendermene una, li per li io ‘cuore di pietra’ (non per altro, ma è praticamente impossibile dare la monetina a tutti!) ho detto no grazie, ma poi l’ho guardato negli occhi e ho sentito quel sentimento.
Il sentimento che solo una mamma può provare, che è diverso da quello che provavo prima di semplice dispiacere o pena, credo che sia amore materno.
Non so ancora come spiegarlo con le parole, ma d’istinto ho messo la mano in tasca, ho tirato fuori le poche monetine che avevo e gliele ho date, senza prendere la calamita che lui insistentemente voleva darmi lo stesso.
Spero solo che quella monetina la tenga per lui e che non sia costretto a doverla dare a qualcun altro.
Spero anche che la vita abbia in serbo qualcosa di meglio per lui, un bimbo non può vivere così a 7 anni…

Quella sensazione, quel sentimento verso un bambino in quel modo non mi era mai successo prima, era diverso.
Grazie piccolo Dennis, stai già facendo di me una persona migliore ❤

FL

Quarantena

No, non vi preoccupate, tutto ok, e’ mancano 40 giorni al termine.
Q-U-A-R-A-N-T-A.
E non ho ancora preso tutto … chissà se arriverò pronta almeno stavolta! O se come per gli esami farò il rush finale la notte prima.
Il problema è che qui non si sa quando sarà la notte prima, potrebbe essere appunto prima, oppure anche dopo.
La nuova luna è il 25 agosto, la grande lune l’8 settembre, ma poi la luna influirà davvero? No perché io a queste cose non ci ho mai creduto…
Ok direi che sto per entrare ufficialmente nel panico ^_^

Le vacanze procedono, oramai sono ‘figlia’ da una settimana, non cucino, non pulisco, non faccio il letto, non faccio un emerito niente, spero di riuscire a rientrare nei ranghi ad Agosto altrimenti non sarò più in grado di badare a me stessa…figuriamoci poi badare anche a mio figlio!!!
Devo solo combattere psicologicamente e fisicamente con l’odore di soffritto appena sveglia e il verbo ‘mangiare’ a tormentone : “cosa vuoi mangiare?”, “hai mangiato”, “mangia qualcosa”, ecc. ecc.

Ciononostante sento tanto la stanchezza, la sera sono un bradipo, di giorno riesco malapena a fare il tragitto casa-spiaggia e viceversa. La pancia pesa. Ma pesa pesa! E per giunta continua a cadermi tutto per terra, io per orgoglio cerco di raccogliere tutto, ma non ce la faccio sempre. Odio ammetterlo, ma comincio a non essere molto autosufficiente. Pessimismo e fastidio. Ma fra un mesetto riacquisterò la mia autonomia e anche di più.

Stasera ho convinto i miei ad uscire senza farmi da balia, vi saluto dal mio terrazzo e mi godo in santa pace il mio cantuccino abruzzese e la mia birra analcolica lemon.

FL

Top of the Post #7 – 21 luglio

20140714-235532-86132057.jpg

Mamma mia 2 post in un giorno!!! Vista la pigrizia compulsiva che mi sta prendendo in questo ultimo mese e’ un grandissimo evento!!! Ma non si può rinunciare al Top of the Post.
Diciamo che il giorno che salterò sarà perché sono in sala parto XD

– Il primo post che voglio segnalare è ‘Mai più senza #4‘ di Eppi Makeup, ossia un inno all’utilizzo della fantomatica coppetta mestruale. Ok, io ora faccio parte delle privilegiare che non devono aspettare il ciclo, stare piegate in 2 per i dolori, pensare agli assorbenti (le grandi gioie della gravidanza), ma mi sono sempre chiesta se questa coppetta valesse veramente qualcosa. Mi piace il fatto che sia meno inquinante e faccia risparmiare, ma sinceramente sono perplessa sul fattore ‘schifo’ di cui tante mi parlano. Però dopo questa lettura gli darò un chance, come darò una chance ai pannolini lavabili.
Che ansia però pensare al ciclo, si sta così bene senza!!!

– Il secondo post che segnalo questa volta è di un babbo! : ‘Depressione post-partum : donne perdonateci se …‘ di Nome in codice papà. Una dolce lettera di un padre che espone le sue debolezze e l’impotenza maschile che si prova nei confronti della donna incinta, durante il parto e nel momento subito successivo, non deve essere facile neanche per loro. Ma insieme si risolve tutto no?? 

– Ultimo post che segnalo è ‘La vita è meravigliosa ed io sono felice‘ di Mammager perchè mi ha riscaldato il cuore. Il primo ‘ti voglio bene’ di un figlio …beh, non c’è niente da aggiungere, leggete!

Come sempre le istruzioni per partecipare alla rubrica di Koko di Ordinata Mente le trovate qui.

A presto

FL

Dica trentatré !

Ci siamo, trentatreesima settimana, trascorsa in vacanza per giunta!
L’ultima vacanza da piccioncina col marito (che domani torna già al lavoro, sigh), l’ultima vacanza senza lui, o meglio con lui dentro.
Fa strano pensare a tutto ciò…fa strano pensare soprattutto! Per me la vacanza al mare e’ un continuo pensare, guardando il mare. E’ una cosa che mi rilassa, ho sempre passato ore pedalando sul lungomare, camminando sempre e comunque con il mare di fianco. Pensando all’anno passato (perché per noi settembrini l’anno inizia a settembre, il capodanno e’ una formalità), cominciando a pianificare l’anno che verrà, buoni propositi, e’ il momento migliore per me.
Quest’anno invece non riesco a pianificare niente. Sta arrivando lui e io giustamente non so cosa pensare, non posso pensare a niente se non al suo arrivo che si avvicina giorno dopo giorno.
Guardo tutti i bimbini in spiaggia (o ce ne sono di più o ci faccio molta più attenzione, credo la seconda che ho scritto), l’anno prossimo tocca a me.
Immagino già l’acquisto del salvagente, del canotto, forse per i castelli di sabbia sarà un po’ prestino, ma sicuramente ci sarà il primo contatto con la sabbia che vorrà mangiare sicuramente ;), insomma un nuovo mondo.
Magari non ci sarà più molto spazio per i miei libri e le mie amate playlist, ma poco importa.
Sicuramente smetterò di pensare e mi troverò spesso e volentieri ad agire, d’impulso e d’istinto. Io che sono sempre così riflessiva.
Ci riuscirò? Nel frattempo non mi resta che assaporare questi istanti unici ed irripetibili e il resto arriverà da se.
FL