La carezza della mamma

Sabato mattina, il piccolo principe ha deciso di saltare la poppata delle 7, svegliando lo stesso la sottoscritta per farsi cambiare (e fargli dei rimasugli a cielo aperto), ma ha deciso poi che non voleva mangiare, bensì dormire. Tra le braccia della mamma.
Quindi ora tutti i miei progetti, di pulizia della casa e circa un altro miliardo di cose da fare è sfumato bellamente. Puff.
Son qui nel lettone, lui dorme adiacente alla mia gamba per sentire il mio calore, bello come il sole, beato. Questa cosa mi fa impazzire; che lui abbia bisogno del mio calore per dormire sereno. Lo so che così facendo non avrò mai ‘libertà’ di movimento, ma mi riempie il cuore, mi fa sentire importante, amata, indispensabile per lui.
Un po’ come lo sono per me i miei genitori.
Un po’ come quando si sta male anche a 30 anni passati la carezza della mamma ti fa stare subito meglio. Più dell’Aulin e di qualsiasi altro antidolorifico.

Lui se la ride nel sonno, chissà se sta sognando, col faccino cerca il contatto con la mia pelle.
Un giorno diventerà grande e non cercherà più tutto questo per essere felice. Avremo i primi conflitti, le prime liti, sarò perennemente la rompicoglioni di turno, ma spero che anche per lui la mia carezza sia sempre un sollievo nei momenti difficili, sebbene gliene auguro pochissimi.

FL

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...