Fare, fare, fare : il verbo della mamma.

Ho talmente tante cose da fare che non so se ne uscirò integra da questo periodo.

Il periodo che separa me dal 29 marzo, il giorno del mio ipotetico rientro al lavoro. Già, perché il momentaccio si avvicina sempre più, nonostante sia anche riuscita a ritardarlo di 2 settimane grazie alle mie 9 settimane e mezzo di ferie arretrate. Manca davvero poco e non credo di essere pronta.

Devo svezzare per benino Dennis. Poi dire DEVO è la cosa più sbagliata in assoluto. È lui che deve essere pronto a cominciare a mangiare qualcosa di diverso dalla tetta. Anche se sono partita con i migliori propositi per l’autosvezzamento ho cominciato a fargli assaggiare qualche pappina, tutto rigorosamente Home Made col santo Bimby. Per ora sta gradendo tutto, abbiamo assaggiato pesce, tacchino, verdura, frutta, tutto di stagione. Mi mancano le uova e i legumi, magari settimana prossima lo proviamo. Nel frattempo durante le poppate notturne cerco di leggermi ‘W la pappa’ e ‘Io mangio come voi’. Con lo svezzamento i miei amati tempi di lettura durante le poppate sono esponenzialmente diminuiti, ma troverò un altro modo…forse.  

Ogni pasto si sta trasformando nella terza guerra mondiale, bombe, sputacchi, cucchiaini lanciati ovunque. Dennis si diverte un mondo e anche io. Mi diverto un po’ meno quando devo pulire tutto…

Abbiamo ricominciato o ad andare in piscina sperando di esserci fatti abbastanza anticorpi e non riammalarci di nuovo e sperando che nel frattempo qualche bambino non abbia da trasmetterci qualche nuovo malanno. 

Abbiamo fatto la seconda dose di vaccino e pare che Pinino abbia reagito bene, niente febbre, solo un po’ di noia.

Ogni notte si cerca di abituarlo a dormire sempre più nel lettino : la prima sera è stato un successone, dalle 10:30 alle 5! La prima sera. Le altre sere si arriva a mezzanotte e mezza, massimo  l’una dopodiché spalanca gli occhi e…gioca! Scalcia, urla, si rigira… Lo metto nel lettone abbracciato a me e taaaac si addormenta. Voi direte ‘rimettilo nel lettino’ …peccato che mi addormento prima io di lui. Ma io tengo duro. E ogni tanto me lo riprendo anche nel lettone senza passare dal lettino, come stanotte che abbiamo scacciato Papone e non ho dormito neanche così tanto e bene.

In tutto questo dovrei trovare qualche oretta per me, farmi disboscare, giusto per non rientrare in società come un australopiteco, ma come una persona dalle parvenze femminili. Per ora in piscina ci vado con i calzettoni, che tolgo solo nel momento in cui metto su l’accappatoio lungo fino ai piedi…pazienza…potrei mettere una muta da sub, ma non avrei neanche la scusa che l’acqua è troppo fredda perché è riscaldata. Ogni tanto si vede qualche genitore che annega perché si impiglia nelle mie liane, ma io e Dennis ci buttiamo prontamente per salvarli!

Ma ora…ora siamo sulla A1 in direzione mare!!! *_*

È questo il motivo per cui sto scrivendo un post : Pini dorme, il nonno guida e io non devo fare mestieri, preparare pappine o fare qualsiasi altra cosa! Fa niente che la macchina è scomoda e dobbiamo fare 500 km ma mi sto riposando! Davvero! 😉 

Non vedo l’ora di vedere la faccia di Dennis quando vedrá il mare ❤

Ci risentiamo fra qualche anno luce!

FL

Annunci

Un pensiero su “Fare, fare, fare : il verbo della mamma.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...