Life goes on

Non sono sparita, diciamo che sono stata indaffarata a prepararmi per il letargo.
Ho fatto provviste perché non so ancora come sarà l’inverno. Non so se sarà freddo e duro, se sarà solo freddo e basta o se qualcosa lo scalderà rendendolo una primavera. È ancora tutto un’incognita.
Ma voglio essere pronta ad ogni evenienza.

Pinino diventa un ometto ogni giorno di più. Venerdì 6 finalmente è spuntato il primo dentino, all’alba dei 14 mesi! Ancora non cammina bene, però si alza, fa i suoi piccoli passettini, prende le sue cragnate, nonostante gli stia sempre dietro, ma non ho ancora 8 braccia come la dea Kali e ogni tanto gli incontri ravvicinati con il parquet sono inevitabili.
Ha imparato a bere da solo col biberon, a mangiare ancora no e non nascondo che a volte per il poco tempo non lo incentivo neanche molto perché fa dei macelli allucinanti. Mea culpa.
È ancora un po’ pigro nel masticare, nel senso che dopo un po’ che mastica si stanca e anche se gradisce la pietanza la lascia lì perché, come si suol dire, ‘’è troppo sbatti!’’ Proprio figlio di sua madre.
La notte ancora non si dorme, ma ormai sono così abituata che non ci faccio nemmeno più caso. Se le alzate si limitano a 3/4 per notte mi ritengo già fortunata.
Diventa bello, bello, bello sempre di più. Era già bellissimo per intenderci, ma lo diventa sempre di più.
Bello dentro e fuori. Sorride sempre, è sempre allegro, mi coccola, mi da baci sbausciosi, si pulisce il naso sulla mia faccia quando ha il raffreddore, ma lo fa in un modo così coccoloso che non ci si può arrabbiare.
Si certo, fa anche i capricci, lancia tutto per aria, ha il suo caratterino, ma questo lo rende ancora più bello.

La mia situazione lavorativa ed organizzativa è sempre stabile per ora. Ossia precaria. Niente cambia, niente si smuove. Magari si smuoverà a giorni. Magari no. Magari la smuoverò io con le mie sole forze.
In questo mese avrò iniziato almeno 4 post sul mobbing, vomitando di getto tutto quello che mi passava per la testa, che ho dovuto subire, che subisco tuttora, che subirò in futuro. Mi sono trattenuta perché prima voglio sapere come andrà a finire e nel frattempo mi si è fatta addosso anche un metro di pellaccia, quella dove tutto scivola senza toccarmi minimamente.
Ho addirittura preso bene il cambio di orario lavorativo, cerco il guardare il lato positivo : mi sveglio mezz’ora più tardi, faccio colazione con Dennis, prima invece lo portavo dai nonni ancora dormiente. Si, torno a casa mezz’ora dopo e posso giocare meno con lui perché arrivando alle 19 ha quasi subito fame, ma poco male. Ci inventiamo nuovi giochi mentre cucino. Guardiamo insieme la tv dopo cena, ora fino alle 10 più o meno riesco a tirare, mentre prima alle 9 mi si chiudevano gli occhi.
A livello estetico/personale non so quando e se rivedrò l’estetista e la parrucchiera (anzi credo che con Novembre sia esattamente un anno che non taglio i capelli!), pazienza.

Però ieri sera mi sono data alla pazza gioia, sono andata a vedermi il concerto dei Mötley Crüe, ho saltato, cantato,mi sono sentita in colpa per non essere stata a casa con Pinino, ho ballato, sudato e mi sono ancora sentita in colpa per non essere stata a casa con Pinino. Ma poi una volta a casa lui dormiva serenamente, esagero??? Si, lo so.
Santo nonno, un monumento glielo vogliamo fare?

A presto

FL

Life-Goes-On-Quotes-for-whatsapp

Annunci

3 pensieri su “Life goes on

  1. Ti leggo sempre.
    Sul mobbing ti capisco,ne sono stata vittima anche io quando è nato mio figlio. Disgustoso.
    Sai che puoi rivolgerti alla consigliera di parità della tua provincia?consulenza e patrocinio gratuito per discriminazione lavorativa di genere.
    Ma tuo marito non c’è?

    • Ciao Mela,
      sono furbi, non mi danno modo di perseguirli con azioni di mobbing vero e proprio, però lo fanno eccome!
      Ma come leggerai ho trovato una soluzione 🙂
      Mio marito c’è (e aggiungerei memomale che c’è lui a darmi sostegno), ma si è trovato a più di quarant’anni a cambiare lavoro, settore e ricominciare tutto da capo, è ancora a tempo determinato quindi non possiamo rischiare molto.
      Ti abbraccio 🙂
      FL

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...