Dimissioni : the day after

Ho fatto il grande passo.
Una volta nella vita anche io rischio, mi rimetto in gioco a 35 anni quando, credetemi, è proprio l’ultima cosa che vorrei.
Ma lo faccio, tengo alto il mio orgoglio a questo giro.
Dimostro a chi mi da per spacciata perché mamma ormai che se voglio posso ancora cambiare posto di lavoro e guadagnare anche di più.
Dimostro che se mi impegno trovo un posto vicino casa che mi permetta di passare qualche ora in più con mio figlio.
Dimostro che non mi piego alle punizioni ingiuste perché la mia unica colpa è stata mettere al mondo un figlio.
Dimostro che non mi faccio intimorire da voi.
Dimostro che mettendo al primo posto la mia famiglia ci ho anche guadagnato.

Certo tutto è da confermare nuovamente, tutto è da ricominciare, da riscoprire, ma accetto la ‘sfida’.
Pagando anche lo scotto di aspettare ad avere un secondo figlio. Questa è la cosa che mi fa più male sinceramente. Avrei dato un fratellino o sorellina a Dennis anche domani, anche se lui ha solo un anno, anche se ancora non cammina, anche se… Ma ora dovrò aspettare. Per correttezza, perché nonostante sia circondata da persone scorrette riesco sempre ad essere corretta, è una mia ‘malformazione congenita’ diciamo. Mi hanno insegnato ad essere onesta e corretta. Spesso non paga, ma io resto dell’idea che prima o poi lo farà.

Quindi passiamoci questo pallosissimo mese di preavviso (che cosa inutile) e prepariamoci a una nuova vita!

FL

  

Annunci

2 pensieri su “Dimissioni : the day after

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...