Un lunedì un po’ blue

Trovarsi il Lunedì mattina ed essere più stanchi del venerdì. Non so se è il mese prettamente impegnativo che spesso e volentieri in passato passavo a casa il più del tempo perchè le ferie le facevo sempre dopo Natale, mentre quest’anno nuovo lavoro = zero ferie.Oppure il freddo, o le notti insonni o Pinino che non è stato sempre in forma, ma sono stanca.

Stanca e latitante da tutto. Speriamo che sia solo un periodo altrimenti mi sa che solo cavoli amari.

Ero quasi più attiva quando ero al vecchio lavoro…

È così difficile trovare un equilibrio tra lavoro e famiglia da mamme? O sono io che non mi accontento mai? Boh, a volte mi sembra di fare la lamentina, ma quando arrivo la sera che mi mancano le forze per davvero mi faccio delle domande. Potrò anche farmele no?

Sicuramrente ho compreso una cosa : sì la vicinanza del posto di lavoro a casa è una gran bella cosa senza dubbio, ma il vero problema è il tempo.

Le 8 ore per le mamme andrebbero abolite. Non dico il part time, ma le 6 ore sarebbero il giusto compromesso. Ma ormai non ci posso fare molto, sono in ballo e ballerò.

Mi serve solo un po’ di agognata organizzazione stile colleggio e tanta, ma tanta buona volonta. E tanto sonno. Pinino cerca di collaborare su! 😉

Povero piccolo in una settimana si è fatto di fila blocco intestinale con tanto di clistere, congiuntivite e intasamenti vari. Speriamo che per questo mese sia tutto perchè siamo tutti abbastanza esausti.

 Non so se è dovuto ai malanni di stagione, ma sta cominciado a fare i primi capriccini, a dire i primi no (anzi no no no no no accompagnati dal movimento della testa), a fare il permaloso. Sono nei guai! 😉

Ieri faceva l’offeso perchè gli ho messo le goccine negli occhi e per una buona mezz’ora ha fatto il sostenuto e così fa con tutto quello che non gli va. Non ascolta, prende e lancia tutto per terra, insomma un teppista a soli 16 mesi, chissà quando comincerà a a parlare ..

Ormai in casa è il padrone : dei telecomandi, dei bidet, dei detergenti intimi, di tutte le creme, delle manopole, tutto è suo e guai se glielo tocchi! Ieri siamo stati mezz’ora nel reparto lavatrici perchè doveva girare compulsivamente tutte le manopole.

 Comunque è svelato l’arcano delle mie paturnie odierne : oggi è il Blue Monday, cade il terzo lunedì di Gennaio ed è il lunedì più depresso dell’anno.

Quindi domani mi sveglierò carica, sicura, organizzata e con la soluzione in mano. È tutto sotto controllo.

Staserà tornata a casa, crollerò, ma sarà solo per stasera non vi preoccupate. S-I-C-U-R-O!

 

A presto

FL

   

Annunci

Life goes on

Non sono sparita, diciamo che sono stata indaffarata a prepararmi per il letargo.
Ho fatto provviste perché non so ancora come sarà l’inverno. Non so se sarà freddo e duro, se sarà solo freddo e basta o se qualcosa lo scalderà rendendolo una primavera. È ancora tutto un’incognita.
Ma voglio essere pronta ad ogni evenienza.

Pinino diventa un ometto ogni giorno di più. Venerdì 6 finalmente è spuntato il primo dentino, all’alba dei 14 mesi! Ancora non cammina bene, però si alza, fa i suoi piccoli passettini, prende le sue cragnate, nonostante gli stia sempre dietro, ma non ho ancora 8 braccia come la dea Kali e ogni tanto gli incontri ravvicinati con il parquet sono inevitabili.
Ha imparato a bere da solo col biberon, a mangiare ancora no e non nascondo che a volte per il poco tempo non lo incentivo neanche molto perché fa dei macelli allucinanti. Mea culpa.
È ancora un po’ pigro nel masticare, nel senso che dopo un po’ che mastica si stanca e anche se gradisce la pietanza la lascia lì perché, come si suol dire, ‘’è troppo sbatti!’’ Proprio figlio di sua madre.
La notte ancora non si dorme, ma ormai sono così abituata che non ci faccio nemmeno più caso. Se le alzate si limitano a 3/4 per notte mi ritengo già fortunata.
Diventa bello, bello, bello sempre di più. Era già bellissimo per intenderci, ma lo diventa sempre di più.
Bello dentro e fuori. Sorride sempre, è sempre allegro, mi coccola, mi da baci sbausciosi, si pulisce il naso sulla mia faccia quando ha il raffreddore, ma lo fa in un modo così coccoloso che non ci si può arrabbiare.
Si certo, fa anche i capricci, lancia tutto per aria, ha il suo caratterino, ma questo lo rende ancora più bello.

La mia situazione lavorativa ed organizzativa è sempre stabile per ora. Ossia precaria. Niente cambia, niente si smuove. Magari si smuoverà a giorni. Magari no. Magari la smuoverò io con le mie sole forze.
In questo mese avrò iniziato almeno 4 post sul mobbing, vomitando di getto tutto quello che mi passava per la testa, che ho dovuto subire, che subisco tuttora, che subirò in futuro. Mi sono trattenuta perché prima voglio sapere come andrà a finire e nel frattempo mi si è fatta addosso anche un metro di pellaccia, quella dove tutto scivola senza toccarmi minimamente.
Ho addirittura preso bene il cambio di orario lavorativo, cerco il guardare il lato positivo : mi sveglio mezz’ora più tardi, faccio colazione con Dennis, prima invece lo portavo dai nonni ancora dormiente. Si, torno a casa mezz’ora dopo e posso giocare meno con lui perché arrivando alle 19 ha quasi subito fame, ma poco male. Ci inventiamo nuovi giochi mentre cucino. Guardiamo insieme la tv dopo cena, ora fino alle 10 più o meno riesco a tirare, mentre prima alle 9 mi si chiudevano gli occhi.
A livello estetico/personale non so quando e se rivedrò l’estetista e la parrucchiera (anzi credo che con Novembre sia esattamente un anno che non taglio i capelli!), pazienza.

Però ieri sera mi sono data alla pazza gioia, sono andata a vedermi il concerto dei Mötley Crüe, ho saltato, cantato,mi sono sentita in colpa per non essere stata a casa con Pinino, ho ballato, sudato e mi sono ancora sentita in colpa per non essere stata a casa con Pinino. Ma poi una volta a casa lui dormiva serenamente, esagero??? Si, lo so.
Santo nonno, un monumento glielo vogliamo fare?

A presto

FL

Life-Goes-On-Quotes-for-whatsapp

Manco

Lontananza
È un po’ che manco. Con il corpo, con la testa e con tutto, manco in generale. Non sono neanche in ferie, non posso dire che ho staccato la spina, sono qui in città tra i pochi che lavorano la settimana di Ferragosto, oggi anche con il cielo grigio e piovoso.
Sono stati giorni duri, per motivi di cui non ho voglia di parlare, a cui non voglio più pensare e che voglio dimenticare, per ora perlomeno. Ma per fortuna c’è sempre Pinino che col suo sorriso mi fa passare tutto, anche se da domenica pomeriggio è andato al mare coi nonni.
Saranno 5 lunghissimi giorni senza di lui.
Appena è partito sono risalita in casa e mi sono resa conto di quanto la casa sia grande e vuota senza di lui.
Di sera la camera da letto senza il lettino di fianco mi è sembrata enorme. Ma avevo anche prima una camera da letto così grande??? Davvero??? Non me ne sono mai accorta, mi è sempre sembrato che lo spazio non fosse mai abbastanza. Invece ora mi sembra di dormire in una palestra.
Che poi dormire è un parolone… non ce la faccio. Mi sono addormentata a mezzanotte guardando i suoi filmati sul cellulare e continuo a svegliarmi ogni ora perchè c’è troppo silenzio, troppo spazio, non c’è nulla (si, ovvio, c’è mio marito, ma anche per lui è così).
Mi sono resa conto di come la mia vita fosse vuota prima dell’arrivo di Dennis. Fa niente che solo domenica sera ho fatto mille cose che di solito non riesco mai a fare, mi sono fatta la doccia con calma, ho messo la crema, sono andata fuori a cena, non ho oziato neanche un minuto se non quando mi sono messa a letto, ma era come se fosse tutto vuoto e non avessi concluso niente.

Magari fra qualche giorno ci riderò su, ma ora mi sembra una montagna insormontabile : arrivare a venerdì, ce la farò mai? I giorni dureranno 24 ore come sempre o 36? Quanto diventerà grande Dennis in questi giorni? Mi riconoscerà? Si sentirà abbandonato dalla sua mamma?
E se comincia a camminare e io non ci sono? E se gli escono i dentini e io non ci sono?
Lo so, sembro Masha che fa 1000 domande a Orso, ma mi dovete sopportare così in questi giorni! >_<
Non pensavo fosse così dura, credevo anzi potesse essere un buon diversivo per uscire dalla routine di mamma, ma non è così. Una volta che diventi mamma ci sei dentro e non ne esci più!

Torno a fare la nostalgica…
FL

PS 1 meno male che è al mare coi nonni servito e riverito, non oso immaginare quando farà la prima gita scolastica!

PS 2 Face Time santo subito!!!

#mammacheblog 2015

728x90

A questo giro mi ci butto anche io!

Spinta dalla curiosità, dalla voglia di imparare un mondo a me ancora parecchio sconosciuto e anche dalla voglia di vedere dal vivo le svariate mamme che leggo quotidianamente quest’anno mi sono iscritta per tempo.

Ho scelto il giorno del Mom Class, venerdì 8 maggio.

Lo farò come regalo di compleanno al blog, che il 4 marzo compiva un anno mentre io ero troppo in panico da rientro al lavoro/svezzamento/ecc. ecc.

Glielo devo! Prenderò appunti per abbellirlo a livello di grafica, contenuti e chissà magari anche collaborazioni!

Da quando è nato Dennis non nascondo di averlo un po’ trascurato, insomma ‘esseremammaoggi’ nel vero senso della parola è tanto impegnativo, soprattutto se si è alle prime armi e tutto è nuovo. Ma piano piano si ricomincia ad avere un nuovo ritmo, Pinino cresce e magari posso lasciarlo col nonno un po’ di più (tipo venerdì che non tornerò a riprenderlo alle 15:30 e non mi vedrà a mezzogiorno per pranzo). Magari posso organizzarmi meglio per dare una svolta a tutto e ritagliarmi uno spazietto almeno bisettimanale fisso.

Non so quanto mi sentirò pesce fuor d’acqua a questo evento. Sicuramente dimenticherò qualcosa di importante, tipo i biglietti da visita che sto bellamente facendo io a mano perché mi sveglio sempre all’ultimo momento e nessun sito mi consegna dei biglietti in 48 h…

Sicuramente non riuscirò ad abbattere molto le mie barriere antisocial e sarò come al solito quella nell’ultimo banco con gli occhiali spessi e il monociglione, ma ci voglio provare tutti ne parlano in maniera entusiasta ci sarà pure un motivo no?

Quindi ci vediamo venerdì. Chi di voi ci sarà?

FL

PS se magari dopo il post chiamassi l’estetista … ;P

Top of the Post #7 – 21 luglio

20140714-235532-86132057.jpg

Mamma mia 2 post in un giorno!!! Vista la pigrizia compulsiva che mi sta prendendo in questo ultimo mese e’ un grandissimo evento!!! Ma non si può rinunciare al Top of the Post.
Diciamo che il giorno che salterò sarà perché sono in sala parto XD

– Il primo post che voglio segnalare è ‘Mai più senza #4‘ di Eppi Makeup, ossia un inno all’utilizzo della fantomatica coppetta mestruale. Ok, io ora faccio parte delle privilegiare che non devono aspettare il ciclo, stare piegate in 2 per i dolori, pensare agli assorbenti (le grandi gioie della gravidanza), ma mi sono sempre chiesta se questa coppetta valesse veramente qualcosa. Mi piace il fatto che sia meno inquinante e faccia risparmiare, ma sinceramente sono perplessa sul fattore ‘schifo’ di cui tante mi parlano. Però dopo questa lettura gli darò un chance, come darò una chance ai pannolini lavabili.
Che ansia però pensare al ciclo, si sta così bene senza!!!

– Il secondo post che segnalo questa volta è di un babbo! : ‘Depressione post-partum : donne perdonateci se …‘ di Nome in codice papà. Una dolce lettera di un padre che espone le sue debolezze e l’impotenza maschile che si prova nei confronti della donna incinta, durante il parto e nel momento subito successivo, non deve essere facile neanche per loro. Ma insieme si risolve tutto no?? 

– Ultimo post che segnalo è ‘La vita è meravigliosa ed io sono felice‘ di Mammager perchè mi ha riscaldato il cuore. Il primo ‘ti voglio bene’ di un figlio …beh, non c’è niente da aggiungere, leggete!

Come sempre le istruzioni per partecipare alla rubrica di Koko di Ordinata Mente le trovate qui.

A presto

FL