D, come Decisioni

Quante volte ci poniamo di fronte a delle scelte nella vita? Probabilmente tutti i giorni, ma poi arriviano dei periodi in cui le scelte sono davvero grandi e importanti e allora ti prendi un po’ di tempo, ti siedi e cerchi di prendere la decisione giusta.

In questi mesi di ‘scrilenzio’ di Decisioni (con la D maiuscola) ne ho prese, mi sono passati tanti grilli per la testa. Alcuni li ho catturati, altri li ho lasciasti correre perchè forse non è il momento giusto e hanno bisogno di saltare ancora un po’.

Altri ancora li ho messi nella rete, ma non ho ancora deciso se ingabbiarli, quando ingabbiarli o se lasciarli liberi.

Mantenere la calma  e ‘poker face’ davanti a tutti,  non è stato facile, ma posso ritenermi abbastanza soddisfatta, i semi sono stati gettati e ora aspettiamo che germoglino.

In tutto questo frangente il mio piccolino non è rimasto molto piccolino. È diventato un ometto, monello, anzi monellissimo, ma va bene così.

Il sonno tutta la notte nonostante l’avvicinarsi dei 3 resta sempre un’utopia non si fa vedere nemmeno col binocolo. Io apetto i 3 anni, non demordo. Ho ancora 2 mesi per crederci.

Pinino ora articola frasi, chiacchiera a dismisura, ha sviluppato una passione innata per la ‘Silunga’ (Esselunga) e per la ‘Kikea’ (Ikea), forse perchè sto cercando di dare una forma alla sua cameretta in previsione del grande passo : dormire da solo. Non fatemi polemiche inutili, si sveglia troppe volte la notte, o lo tengo in stanza con me o impazzisco dato che poi per 8 ore al giorno minimo devo lavorare in ufficio.

Finalmente abbiamo deciso l’asilo che frequenterà l’anno prossimo, ma di questo ve ne parlerò in un post a parte perchè è una lunga storia.

E soprattutto è stato ‘diplomato’ al nido, Dio mio, non è possibile che è già così grande…

Ha moderato il suo carattere, ora è nella fase dove accetta che qualcun altro si avvicini (ma non troppo) alla sua mamma, ha sviluppato un’adorazione per i piccoli ‘mimmini’ (come li chiama lui), si avvicina ed escalama ‘che caliiiinooo!!’ accarezzandoli. È molto empatico anche con chi ha delle difficolta, piange o non riesce in alcune cose, si avvicina, lo prende per mano, lo aiuta.

Da quest’anno di nido usciamo con gli incisivi superiori scheggiati grazie a uno spintone. Nonostante tutto, lui è stato forte, racconta quello che gli è successo senza problemi e la mattina dopo al parco giocava come se niente fosse proprio col bimbo che l’ha spinto, anzi è uno dei suoi amichetti del cuore. I bimbi hanno sempre da insegnarci…

Ieri è ufficialmente iniziata la settimana dello spannolinamento forzato. Per ora siamo a quota 2 cambi a casa, mentre è uscito immacolato dall’asilo. Misteri! Fatemi gli auguri perchè sarà una settimana impegnativa, ma riuscirò anche io a urlare un giorno “l’ha fatta nel vasinooooo!!!!!” … forse … 😉

Ci sentiremo più spesso d’ora in avanti credo, perchè il momento è propizio, le cose cominciano a prendere forma… e se Dio vuole arriveranno anche le vacanze!

A presto!

FL

snoopy

 

 

 

 

 

 

 

 

Vacanza : Round 2!

Ebbene si, per inaugurare l’entrata nel settimo mese sono venuta a svernare nuovamente al mare. D’altronde se non ora quando?
Viaggio tranquillo, piccole pulizie di casa, spesa essenziale e ora sono qui sulla mia bella sdraio in terrazza a leggere il mio libricino (che a breve recensirò) e a mangiare fragole.
La routine incasinata cittadina di questi ultimi giorni é già un lontano ricordo, la mente é quasi del tutto libera, il marito l’ho mandato a correre e siamo solo io, Pinino (il suo soprannome ufficiale) e Bookends di Simon & Garfunkel nelle orecchie.
Pace. Interiore ed esteriore.
Mi sento fortunata. Ogni donna deve avere il diritto di passare così gli ultimi mesi di maternità, nessuna esclusa!
Perché questi sono momenti magici e unici, da assaporare con consapevolezza, senza viverli freneticamente.
Torno quindi alla mia lettura e aspetto pazientemente e serenamente il mio Pinino *_*
FL