Bentornati…

Siamo rientranti anche noi dalle ferie, le nostre prime ferie.
Inutile dire che sono state meravigliose, finalmente io e Pinino abbiamo passato 3 settimane consecutive insieme 24 ore su 24, notte e giorno, giorno e notte.
Le vacanze hanno assunto un significato del tutto diverso da prima : non sono più vacanze-riposo, sono diventate vacanze-avventura! Si corre sempre, non si dorme mai, non si prende il sole se non di schiena per fare da ombrellone vivente al piccolo, non si legge se non fiabe, non si ascolta musica se non la playlist bimbomix, non si nuota più, ma si fa il bagno nell’acqua ad altezza caviglia.
In compenso però si torna bambini, si gioca con la sabbia, si gioca in acqua, ci si stupisce di tutto, si fanno tante nuove conoscenze (Dennis becca di brutto…chissà da grande cosa combinerà!!!)
Abbiamo anche festeggiato il suo primo compleanno : festoni di Peppa Pig, piatti di Topolino, cappellino di Winnie The Pooh, torta di Masha e Orso, insomma non ci siamo fatti mancare niente! Visto che eravamo solo noi 3 abbiamo fatto una mini festicciola in spiaggia con i vicini di ombrellone e gli amichetti, abbiamo anche pranzato lì col menù da grandi, niente pappine e abbiamo fatto il nostro primo assaggio di torta e pasticcini.
Sempre per non farci mancare niente durante la vacanza abbiamo anche fatto un giro al Pronto Soccorso per pianto inconsolabile notturno. Pensavamo fossero i dentini e invece era solo un po’ di influenza, quindi siamo ancora completamente sdentati! ^_^
L’ultimo giorno di mare Dennis ha anche accennato un piccolo passo, si è alzato in piedi da solo, senza aggrapparsi a niente, è stato in piedi qualche secondo titubante ha mosso un piccolo passo in avanti e si è ributtato a terra.
Ormai è un ometto ❤

Tutto ciò ha reso il mio rientro in ufficio oggi tremendamente difficile e grigio, tenendo conto che inizio anche a fare di nuovo le 8 ore.
Poi ci si mette pure la pioggia e l’autunno già alle porte qui a Milano.
Poi aggiungiamoci che oggi sono iniziate le scuole e il traffico si è moltiplicato cosicché perderò tempo prezioso in coda in auto invece di poterlo passare col mio bambino. Questo scherzetto mi costa quasi 4 ore in meno con lui.
Non riesco a fare nemmeno buoni propositi, se quello di mettercela tutta e trovare qualsiasi modo per poter passare più tempo con Dennis. Ho una fifa tremenda di crollare, quindi non me al sento di fare buoni propositi che già so che non potrò onorare.

Detto questo: welcome back!

FL

keep-calm-and-welcome-back-to-work

Annunci

Manco

Lontananza
È un po’ che manco. Con il corpo, con la testa e con tutto, manco in generale. Non sono neanche in ferie, non posso dire che ho staccato la spina, sono qui in città tra i pochi che lavorano la settimana di Ferragosto, oggi anche con il cielo grigio e piovoso.
Sono stati giorni duri, per motivi di cui non ho voglia di parlare, a cui non voglio più pensare e che voglio dimenticare, per ora perlomeno. Ma per fortuna c’è sempre Pinino che col suo sorriso mi fa passare tutto, anche se da domenica pomeriggio è andato al mare coi nonni.
Saranno 5 lunghissimi giorni senza di lui.
Appena è partito sono risalita in casa e mi sono resa conto di quanto la casa sia grande e vuota senza di lui.
Di sera la camera da letto senza il lettino di fianco mi è sembrata enorme. Ma avevo anche prima una camera da letto così grande??? Davvero??? Non me ne sono mai accorta, mi è sempre sembrato che lo spazio non fosse mai abbastanza. Invece ora mi sembra di dormire in una palestra.
Che poi dormire è un parolone… non ce la faccio. Mi sono addormentata a mezzanotte guardando i suoi filmati sul cellulare e continuo a svegliarmi ogni ora perchè c’è troppo silenzio, troppo spazio, non c’è nulla (si, ovvio, c’è mio marito, ma anche per lui è così).
Mi sono resa conto di come la mia vita fosse vuota prima dell’arrivo di Dennis. Fa niente che solo domenica sera ho fatto mille cose che di solito non riesco mai a fare, mi sono fatta la doccia con calma, ho messo la crema, sono andata fuori a cena, non ho oziato neanche un minuto se non quando mi sono messa a letto, ma era come se fosse tutto vuoto e non avessi concluso niente.

Magari fra qualche giorno ci riderò su, ma ora mi sembra una montagna insormontabile : arrivare a venerdì, ce la farò mai? I giorni dureranno 24 ore come sempre o 36? Quanto diventerà grande Dennis in questi giorni? Mi riconoscerà? Si sentirà abbandonato dalla sua mamma?
E se comincia a camminare e io non ci sono? E se gli escono i dentini e io non ci sono?
Lo so, sembro Masha che fa 1000 domande a Orso, ma mi dovete sopportare così in questi giorni! >_<
Non pensavo fosse così dura, credevo anzi potesse essere un buon diversivo per uscire dalla routine di mamma, ma non è così. Una volta che diventi mamma ci sei dentro e non ne esci più!

Torno a fare la nostalgica…
FL

PS 1 meno male che è al mare coi nonni servito e riverito, non oso immaginare quando farà la prima gita scolastica!

PS 2 Face Time santo subito!!!

Camice hawaiane e ferie vaporizzate dal caldo.

È periodo di latitanza. Uno di quei periodi in cui metto in bozza migliaia di post, ma non li pubblico, perché sono troppo deprimenti, troppo sarcastici, troppo cattivi, troppo incazzosi.
Allora cerco di convogliarli in questo post con frivolezza.

Oggi si prevede un picco di 37° a Milano. Già stamane ce n’erano 30, alle 7 del mattino. Un incoraggiante venerdì 17 oserei dire, se non fosse per il fatto che non voglio credere a queste stupidate scaramantiche.
Ho fatto la strada casa lavoro in 28 minuti e 3 di questi 28 corrispondono al mio ritardo sulla timbratura. Ma trovare un posto all’ombra è più importante dei 3 minuti di ritardo, oggi si va per i 37!
In ufficio c’è clima rilassato, più che un casual Friday sembra un Hawaiian party; pantaloncini corti, infradito, camice a fiori (ok solo la mia), gonne svolazzanti. Leggerezza.
Io oggi pomeriggio dovevo partire per il mare, ma a quanto pare non posso spezzare il clima di leggerezza che aleggia in ufficio. Dovrò rimanere qui, con i miei 37 gradi, umidità, sottotetto che si trasforma in forno crematorio e un bimbo di 10 mesi con cui mi scambierò abbracci e bacini appiccicatici.
Il tentativo di rimediare un week-end last minute al mare purtroppo non è andato a buon fine a meno che non voglia spendere il corrispettivo di una settimana intera di vacanza.
Si, lo ammetto, avevo un post sul mobbing verso le mamme in maternità lungo un paio di chilometri, ma non lo pubblico. Non ancora per lo meno. Perché io in fondo sono una signora.
Una signora con la camicia hawaiana, ma pur sempre una signora.

Alhoa
FL
hawaiian-girl-1
PS. Messaggio in codice : spero che a qualcuno venga davvero il mal di pancia, almeno le mie ferie non sono state revocate invano.

Dal paradiso all’inferno.

Dal paradiso all'inferno

Dal paradiso all’inferno. Ecco come mi sento.

Settimana scorsa ero al mare col mio bambino, questa settimana in un ufficio in mezzo al cemento armato e al cielo grigio di smog.
L’ho già detto che comincio ad odiare Milano e dintorni? Ok allora lo ripeto.
La nuova location lavorativa (che poi così nuova non è visto che sono scappata da questi palazzoni più di 10 anni fa) è davvero deprimente.
Il traffico è deprimente, anche a fine Giugno, chissà a Settembre.
Ma la cosa più deprimente è non vedere Dennis in pausa, tornare a casa mezz’ora in ritardo e avere meno tempo da dedicargli perché devo farmi da mangiare per il giorno dopo. Più che deprimermi questa cosa mi fa veramente inc*****e.
Sono talmente inc*****a che mi è venuta anche la cistite.

Il distacco lavorando vicino casa lo sentivo molto meno, sapere che per ogni evenienza ero lì a 5 minuti di strada mi rendeva tutto meno pesante. Ora il distacco è totale e quando ricomincerò con le 8 ore sarà insormontabile.
Pinino questa cosa la sente, infatti abbiamo ricominciato a non dormire più, dopo l’idillio degli ultimi giorni. Sveglia ogni quarto d’ora. Lui lo capisce, non c’è niente da fare e soprattutto io non ci posso fare niente…
Forse avrei dovuto approfittare dei miei 3 mesi di facoltativa rimanenti, ma ad ogni modo ora sarebbero già finiti e mi ritroverei nuovamente in questa situazione.

Forse è solo una questione di organizzazione che sembra insormontabile soprattutto con il pessimismo cosmico post rientro vacanza, ma passeremo anche questa a testa alta 😉

Nel frattempo si accettano consigli…

FL

Vacanze!

Vacanze, ci siamo dentro! Anche se il tempo non è dei migliori, ma chi se frega dopotutto. L’aria é buona, il mare é blu, la vita é bella, la notte non si dorme, ma dopo pranzo si fa tutti il pisolino.

Pinino all’inizio era parecchio spaesato, la casa nuova (anche se è stato già qui 3 mesi fa circa) non gli andava a genio, ma poi si è abituato. Il mare l’ha completamente rapito, dalla sabbia, all’acqua, alle passeggiate, alle amicizie. Impazzisce di gioia e con lui anche la mamma.
La vita da spiaggia ora è molto diversa, si va via la mattina presto, si torna il pomeriggio tardi, si fanno castelli di sabbia, non si nuota più, stare sdraiati sul lettino è un lusso che ci si può concedere solo durante i suoi sonnellini che irrimediabilmente finiscono nel momento in cui ci si comincia a rilassare un attimo. Ma va bene così.
Stiamo insieme 24 ore su 24 e siamo felici.

Tornare a Milano sarà ancora più dura, vuoi per la nuova location lavorativa, vuoi per le nuove abitudini, vuoi perchè Dennis non sarà così felice e spensierato come qui. Ma almeno ci sarà Papone ad aspettarci.

Per il momento ci godiamo tutto questo in attesa di Agosto.

FL

PS Qualcuno ha imparato a dire ‘mamma’ *_*